PANCHINA GIGANTE LIGONCHIO

PANCHINA GIGANTE LIGONCHIO

Se non siete ancora mia saliti su una Big Bench è il momento di iniziare, perchè non farlo con la Panchina Gigante di Ligonchio?!!

panchina gigante ligonchio

Big Bench Community Project

Dalle Grandi Panchine di Chris Bangle, nasce l’iniziativa BIG BENCH COMMUNITY PROJECT (BBCP) per sostenere le comunità locali, il turismo e le eccellenze artigiane dei paesi in cui si trovano queste installazioni fuori scala" (Fonte Big Beanch Community Project)

panchina gigante ligonchio

BBCP è un’iniziativa no profit promossa dal designer americano insieme alla moglie Catherine, cittadini di Clavesana dal 2009. Con questa idea hanno unito la creatività del team di designer della Chris Bangle Associates S.r.l.

PANCHINA GIGANTE LIGONCHIO: COME ARRIVARE

Partendo da Ligonchio di Sopra in circa 30 minuti di salita si raggiunge la grande panchina, che misura 3,20 metri di larghezza e 2,50 di altezza. La struttura è in ferro e la seduta in legno. La Panchina Gigante di Ligonchio è stata collocata su una piattaforma di cemento sul Monte della Croce. A fianco sorge il faro ancora attivo, monumento dedicato agli alpini che non sono mai più tornati a casa.

panchina gigante ligonchio

Lungo il percorso che giunge alla Panchina Gigante Ligonchio si passa vicino ad alcune opere di artisti locali, acchiappasogni, il cuore gigante del bosco, uno spaventapasseri e altre piccole opere in legno. Arrivati in vetta potrete godere di una bellissima vista sulla Pietra di Bismantova (altra meta da non perdere se siete in zona).

panchina gigante ligonchio

Sul Monte della Croce sono state posizionate delle panchine con tavoli in legno per poter ammirare il paesaggio e fare un picnic.

Potete rientrate ripercorrendo lo stesso tratto dell'andata oppure scendere dal lato opposto seguendo le indicazioni dietro la panchina.

Cosa fare a Ligonchio e dintorni

Da Ligonchio è possibile raggiungere il Passo Pradarena in circa 20 minuti di auto oppure per i più sportivi in bicicletta. Da qui partono molti sentieri accessibili anche con bambini, noi abbiamo fatto quello che raggiunge Monte Cavalbianco.

View this post on Instagram

MONTE CAVALBIANCO Post da salvare Da Ligonchio in auto prendete direzione Ospitaletto fino a raggiungere il passo di Pradarena, al confine con la provincia di Lucca. Parcheggiate sul passo. Da qui, nei pressi del rifugio Carpe Diem, inizia il Percorso Natura n. 10 del Parco (sentiero CAI 643) che porta in vetta in circa 1 ora. Consigliato per bambini allenati, non alla prima esperienza di trekking (per i più piccoli attrezzatevi con zaino da montagna o marsupio). Il primo tratto è nel bosco, dopo circa 20 minuti di salita il paesaggio si aprirà e percorrerete il secondo tratto sotto il sole. Rientrando fermatevi a pranzo al Rifugio Carpe Diem, consigliatissimo! #metaperquattro #metadasalvare #emiliaconbambini #passopradarena #montecavalbianco #appenninotoscoemiliano #appenninoemiliano #iocamminoinitalia #iocammino #appennino #inemiliaromagna #trekkingitalia #cai #clubalpinoitaliano #babytrekking #trekkingday #trekkinglife

A post shared by META TRAVEL FAMILY (@metaperquattro) on

Da Ligonchio potete partire e raggiungere in circa 40 minuti la Pietra di Bismantova oppure scendere e fermarvi a Febbio da dove parte la funivia per il Monte Cusna. Molto bella ma impegnativa è la passeggiata verso il Rifugio Battisti.

Se volete fermarvi a Ligonchio per cena o per un semplice aperitivo con vista vi segnaliamo il Rifugio dell'Aquila.

Vi potrebbe interessare anche come raggiungere la Panchina Gigante di Baiso. In luglio 2020 hanno inaugurato anche quella di Castellarano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social:

© 2020 Metaperquattro C.F. CVNMRA87D46I462Q | Tutti i diritti riservati | Privacy |  Cookies | website by  Luisafassino

closetwitter-squarefacebook-squarepinterest-squareinstagram