10 cose per cui dico grazie

10 cose per cui dico grazie

10 cose per cui dico grazie il giorno del mio 33 esimo compleanno riguardano tutto quello che mi circonda, tutto quello che ho avuto in questi anni di vita. Questo momento storico che stiamo vivendo per colpa del covid19 mi ha regalato tempo, tempo per pensare a tutto questo e anche se fuori il mondo deve combattere contro un 'nemico' invisibile, io, solo per oggi, voglio pensare a me.

10 COSE PER CUI DICO GRAZIE

Punto 1, ringrazio per la vita. Scontato ma non oggi, non di fronte a così tante morti e a così tanto dolore. Ringrazio per essere viva, viva davvero e potermi godere in salute tutto quello che la vita ha deciso di offrirmi.

Punto 2, ringrazio per la famiglia. Famiglia d'origine e famiglia costruita. Mi è stato fatto il dono di tre sorelle con cui condividere ogni attimo della mia vita. Una famiglia numerosa può a volte sembrare un impegno, un 'di troppo' ma ora più che mai dico grazie perchè avrò sempre una spalla su cui piangere e un viso conosciuto con cui sorridere.

Punto 3, ringrazio per la vita che ho potuto concepire. Essere madre è un dono e ringrazio per questo dono che mi è stato fatto. Ora due, che spero diventino tre, quattro figli. Ogni figlio è un impegno, un duro impegno verso di lui e con se stessi, ma penso che non ci sia cosa più bella che diventare madre, e padre.

Punto 4, ringrazio per gli amici. Pochi o tanti che siano ho gli amici che ho sempre desiderato, quelli che se chiamo rispondo e che se hanno bisogno io ci sono per loro. Quegli amici che incontri da piccola e continui ad amare fino a quando ti sposi, hai figli e la vita ti allontanerebbe per svariati motivi ma che continuano ad essere lì, perchè ciò che conta è l'amore e i ricordi che ti uniscono a loro.

Punto 5, ringrazio per il mondo scoperto fino ad oggi. C'è chi ne avrà visto sicuramente di più di me, me ho quasi esaudito ogni mio grande desiderio di scoperta fino ad oggi. Avevo tanti sogni nel cassetto che con il papi Alle sono riuscita ad esaudire. Da qui in avanti sarà tutto solo un di più per cui continuerò a dire grazie.

Punto 6, ringrazio per il lavoro. Si ringrazio anche per il lavoro, diritto non sempre scontato. Sudato, guadagnato giorno dopo giorno. Non sono una di quelle che pensa che il lavoro che fa gli sia stato regalato, perchè è frutto di impegno e dedizione. Ma visto che la vita non sempre è giusta dico grazie.

Punto 7, ringrazio per il di più. Penso di avere tanti 'di più' come questo blog che è diventato come un secondo lavoro, ma che amo perchè mi ha permesso di esprimere un lato di me che non era ancora uscito, la mia passione per il viaggio, per la fotografia e per la condivisione.

Punto 8, ringrazio per il mio carattere a volte eccessivo, a volte esagerato. Ma grazie ad esso sono quella che sono. Una mina vagante. Positiva e solare come puntigliosa e testarda. Nei miei figli vedo ogni giorni ogni mio difetto e ogni mio pregio. Ogni giorno mi detesto e ogni giorno mi amo per quella che sono.

Punto 9, ringrazio per l'amore di cui sono circondata. Ringrazio il papi Alle, i miei genitori, Edo e Tommi che ogni giorno mi fanno sentire la persona più amata di questo mondo.

Punto 10. Grazie vita! Non potrei desiderare altro, in quarantena o non!

Meri

Seguiteci su @metaperquattro per scoprire come passiamo le nostre giornate in quarantena. Se volete leggere la mia lettera all'amica Terra, la trovate qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social:

© 2020 Metaperquattro C.F. CVNMRA87D46I462Q | Tutti i diritti riservati | Privacy |  Cookies | website by  Luisafassino

closetwitter-squarefacebook-squarepinterest-squareinstagram